Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tempestivamente e direttamente al tuo indirizzo e.mail tutte le notizie

Ti è appena stato inviato un messaggio. Per concludere la registrazione segui le indicazioni riportate. Grazie per aver dimostrato interesse alla nostra newsletter.

Fondo Pensione ex Banca di Roma - Trasferimento del Fondo ex BdR nel Fondo di Gruppo UniCredit

FUSIONE DEL FONDO EX BANCA DI ROMA NEL FONDO DI GRUPPO UNICREDIT.

 

Come preannunciato nei giorni scorsi, il 1° marzo u.s. è stato firmato un Accordo dalle Fonti Istitutive (sindacato e azienda) che fissa al 1° agosto 2019 la data entro la quale dovrà essere attivata, dai rispettivi Consigli di Amministrazione, la procedura per effettuare la fusione per incorporazione del Fondo ex BdR nel Fondo di Gruppo Unicredit.

I CdA dei Fondi interessati dovranno per tempo provvedere quindi alle correlate modifiche statutarie e/o predisporre le procedure previste dai rispettivi statuti relativamente alle fusioni.

Nella fusione dei due Fondi sarà garantita l’autonomia delle rispettive riserve tecniche così come previsto dalle vigenti norme di legge e dalla normativa emanata dalla COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione).

L’Accordo in parola prevede anche il mantenimento delle previsioni in essere presso il Fondo BdR relativamente a:

Inoltre le Fonti Istitutive, ritenendo opportuno agevolare l’iter di fusione tra i due Fondi, hanno concordato di prorogare, previa autorizzazione della COVIP, la scadenza dell’attuale mandato degli Organi sociali del Fondo ex BdR fino al 31 luglio 2019.

Dove ne sussistano le  possibilità e al completamento del percorso di fusione anche degli altri Fondi esterni nel Fondo di Gruppo, viene previsto nell’Accordo, come già tra l’altro effettuato per i Fondi interni, la possibilità di capitalizzare le prestazioni pensionistiche e/o la trasformazione a capitalizzazione individuale per gli iscritti attivi.

Onde evitare false aspettative, è doveroso precisare che attualmente il Fondo BdR non può procedere alla capitalizzazione delle prestazioni pensionistiche, stante la composizione del proprio patrimonio di cui il 50% circa è composto da immobili.

L’Accordo poi si conclude con l’avvio della Commissione Tecnica Centrale che entro il 6 aprile p.v. dovrà ricercare un accordo concernente la composizione degli Organismi del Fondo di Gruppo Unicredit allo scopo di realizzare l’effettiva pariteticità delle Fonti Istitutive.

A tal proposito, come Associazione Nazionale Pensionati della Banca di Roma, abbiamo già provveduto a manifestare alle stesse Fonti Istitutive quanto riteniamo necessario ovvero, che prendano in considerazione l’opportunità di adeguare numericamente la “governance” del Fondo di Gruppo incrementando il numero dei Consiglieri ma tenendo in particolare considerazione il rispetto della rappresentatività di provenienza dei pensionati dei vari Fondi.

Vi terremo informati sugli ulteriori sviluppi.