Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tempestivamente e direttamente al tuo indirizzo e.mail tutte le notizie

Ti è appena stato inviato un messaggio. Per concludere la registrazione segui le indicazioni riportate. Grazie per aver dimostrato interesse alla nostra newsletter.

Fisco - Tessera sanitaria aggiunte nuove funzioni

da Qui Finanza.it

Tessera sanitaria, aggiunte nuove funzioni: cosa si può fare

Sarà possibile utilizzare la tessera sanitaria per consultare e modificare informazioni relative alle spese sanitarie

17 maggio 2018

Per i dati sull’anno di imposta 2017 sarà possibile utilizzare la tessera sanitaria per consultare e aggiornare i dati fiscali. Ovvero potranno esser modificate tutte le spese sanitarie, quelle che riguardano i familiari a carico e quelle sui rimborsi su spese mediche e veterinarie.

“Il Ministero dell’Economia ha messo a punto un decreto sulla tessera sanitaria e le spese da poter detrarre nella dichiarazione dei redditi– si legge nella nota- Questo, pubblicato nell’ultima Gazzetta ufficiale, introduce “specifiche tecniche” e “modalità operative” del Sistema tessera sanitaria per consentire la compilazione agevolata delle spese sanitarie e veterinarie sul sito dell’Agenzia delle Entrate e la consultazione da parte del cittadino dei dati delle proprie spese sanitarie”.

NUOVE FUNZIONI

I dati saranno accessibili online e quindi sarà possibile consultarli in modo dettagliato e preciso. Dopo aver effettuato l’attivazione presso l’Agenzia delle Entrate, si potrà accedere alle nuove funzioni: si potrà ad esempio aggiungere un documento di spesa o modificare quelli che riguardano spese e rimborsi.
Sarà prevista la possibilità di chiedere di non utilizzare alcuni documenti per i rimborsi nella dichiarazione, così come si potrà calcolare in anticipo la somma delle spese sanitarie che si intende portare nella detrazione fiscale (la cosidetta “riliquidazione”).
Sarà infine possibile per il contribuente usufruire di un tasto “reset” che può servire a ripristinare i dati che sono stati inseriti.

Tutte le informazioni che verranno modificate saranno tracciate e dunque soggette a verifiche da parte del Fisco.

In allegato Gazzetta Ufficiale 14 maggio 2018 (Decreto 27 aprile 2018 - da pag. 29 a pag. 77)